Donne, Diritti e Clima

LA SEZIONE DONNE, DIRITTI E CLIMA

COME IL CAMBIAMENTO CLIMATICO INFLUISCE SUI DIRITTI UMANI E LE QUESTIONI DI GENERE

>>VAI AGLI ARTICOLI!<<


Nata come rubrica di approfondimento nel 2015, il successo dell’iniziativa “Donne, Diritti e Clima” ha trasformato l’attività in una Sezione stabile tra le attività di Italian Climate Network. Il gruppo è al lavoro per la realizzazione di attività volte all’analisi ed alla sensibilizzazione circa il legame tra le tematiche ambientali e le questioni di genere, che si esplicita in aspetti quali il ruolo della donna come fattore di stabilità nelle nazioni in via di sviluppo, e come tramite nella formazione di una corretta sensibilità ambientale.

La Sezione è coordinata da Chiara Soletti, 30 anni, Laureata in Scienze Politiche – Relazioni Internazionali e Diritti Umani presso l’Università di Padova. 

In linea con il proprio statuto, Italian Climate Network abbraccia i principi cardine della Women and Gender Constituency presso l’UNFCCC, con particolare riferimento a:

  • la necessità che gli impegni internazionali sul clima prendano in considerazione le particolari ricadute che i cambiamenti climatici hanno su gruppi vulnerabili discriminati sulla base del genere;
  • la promozione di una piena ed effettiva partecipazione di chiunque subisca discriminazioni basate sul genere ad ogni livello decisionale del dibattito sul clima, proteggendo e promuovendo i diritti umani e la parità di genere.