15
Giu

ANCHE ITALIAN CLIMATE NETWORK TRA I FIRMATARI DELLA LETTERA SULLA TASSONOMIA INDIRIZZATA AGLI EUROPARLAMENTARI ITALIANI

Italian Climate Network insieme ad altre 10 Associazioni italiane ha firmato e inviato ieri una lettera agli Europarlamentari italiani in vista delle prossime elezioni in Parlamento Europeo all’inizio della seconda settimana di luglio per invitarli a respingere la proposta di includere gas e nucleare nella tassonomia e evitare di dirottare miliardi di euro dalle energie rinnovabili e da altre tecnologie verdi verso i fossili inquinanti e la costosa energia nucleare.

Ecco alcuni passaggi significativi della lettera:

  • L’UE nei prossimi dieci anni deve investire 350 miliardi di euro, aggiuntivi ogni anno, per raggiungere gli obiettivi climatici al 2030. La Tassonomia è uno strumento chiave per guidare i mercati privati verso questo obiettivo, ma avrà successo solo se si baserà sulle indicazioni della comunità scientifica e seguirà i consigli degli esperti;
  • la guerra in Ucraina e la crisi dei prezzi dell’energia che sta causando, pongono la questione in un contesto radicalmente nuovo: il gas è infatti diventato una fonte di insicurezza energetica e di rischio geopolitico in Europa. Peraltro, la Tassonomia non impedisce alcun investimento, né obbliga nessuno a investire in alcunché. La sua funzione è infatti solo quella di chiarire quali investimenti sono sostenibili dal punto di vista ambientale;
  • gli stessi investitori e le banche hanno giudicato tale soluzione controproducente: l’attuale mercato globale dei green bond esclude il gas e il nucleare e la tassonomia dell’UE non deve tornare indietro. Inoltre, il gas e l’energia nucleare non sono verdi e classificarli come tali viola la lettera e lo spirito stesso del regolamento sulla Tassonomia, che richiede che i suoi criteri siano basati su “prove scientifiche evidenti”.

“La crisi climatica è un’emergenza e come tale va affrontata: con prontezza, strategia e determinazione – dichiara Serena Giacomin, Presidente di Italian Climate Network – Per affrontarla abbiamo bisogno di utilizzare in modo accurato le nostre risorse, anche quelle economiche: non possiamo dirottare investimenti verso gas fossile e nucleare. Gli investimenti dovranno, invece, sostenere rinnovabili ed efficienza energetica, e relative tecnologie e infrastrutture necessarie per la loro implementazione su larga scala. Se verrà stilata con attenzione la Tassonomia sarà uno strumento chiave per raggiungere gli obiettivi climatici che l’Europa si è posta, ovvero la neutralità entro il 2050, passando per una riduzione delle emissioni di almeno il 55% rispetto i livelli del 1990 entro il 2030.”

Oltre a Italian Climate Network le altre Associazioni firmatarie sono state: OI Associazione ONG italiane; FOCSIV; Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile; Greenpeace Italia; Kyoto Club; Legambiente; Movimento Laudato Sì; Campagna Sbilanciamoci!; Trasporti& Environmet; WWF Italia.

You are donating to : Italian Climate Network

How much would you like to donate?
€10 €20 €30
Would you like to make regular donations? I would like to make donation(s)
How many times would you like this to recur? (including this payment) *
Name *
Last Name *
Email *
Phone
Address
Additional Note
Loading...