Clima e Salute

LA SEZIONE CLIMA E SALUTE

Il Cambiamento Climatico è la più grande minaccia per la salute globale del 21 secolo, afferma The Lancet, una delle più importanti riviste scientifiche in ambito medico. Se da una parte l’aumento delle temperature e i sempre più frequenti eventi estremi hanno un impatto diretto sulla salute umana, dall’altra agiscono indirettamente sui determinanti della salute. Questi ultimi sono l’insieme di condizioni finemente regolate da sistemi economici, politici e sociali che influenzano non solo la mera presenza/assenza di malattia, ma anche lo stato di benessere fisico, psichico e sociale dell’individuo.

La Sezione “Clima e Salute” nasce con l’intento di aumentare la consapevolezza della popolazione riguardo le conseguenze del cambiamento climatico sulla salute, cercando anche di sottolineare come le pratiche di buona salute (dieta sana, trasporto attivo, ecc.) possano portare a benefici anche in termini di mitigazione, laddove per mitigazione si intende l’insieme di azioni volte a ridurre le emissioni di gas serra nell’ambiente.

Le coordinatrici della Sezione sono:

Samantha Pegoraro, laureata in Medicina e Chirurgia presso l’Università di Roma Sapienza e giornalista freelance. E’ parte del comitato tecnico per ISDE (Medici per l’Ambiente) e FNOMCeO (Federazione Italiana dell’Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri) all’interno del progetto “Cambiamenti Climatici e salute nella vision della Planetary Health” promosso da Istituto Superiore di Sanità e Ministero della Salute.

Benedetta Rossi, laureata in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli Studi di Brescia e appassionata di malattie infettive, si occupa per Italian Climate Network anche del Progetto Scuola, precisamente della sezione educativa che pone la connessione tra clima e salute.

Entrambe hanno attivamente collaborato con il Segretariato Italiano Studenti in Medicina (SISM) e hanno svolto un periodo di internship presso l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) a Ginevra nel Dipartimento di Salute Pubblica, unità di Cambiamento Climatico e Salute.


STRUMENTI UTILI PER COMPRENDERE LE CONNESSIONI TRA CLIMA E SALUTE:

Articoli in italiano

Blog di Italian Climate Network:

Altri articoli di rilievo:

Articoli in inglese

Rapporti e documenti prodotti in ambito nazionale e internazionale

  • WHO, World Health Organization, sezione Climate Change and Human Health
    • Health and climate change toolkit for project managers, strumento che racchiude un insieme di pubblicazioni divise per area di interesse.
    • Country Profiles, nato dalla collaborazione dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (WHO) con la Convenzione Quadro delle Nazioni Unite sui Cambiamenti Climatici (UNFCCC). Questo progetto  ha lo scopo di fornire ai Ministri della Salute e alla comunità di attivisti e policy makers in campo di Salute, informazioni paese specifiche riguardanti i rischi ambientali e illustrano al tempo stesso i co-benefici sulla salute, attraverso strategie nazionali di mitigazione.
  • GCHA, Global Climate & Health Alliance. I membri dell’Alleanza Globale su Clima e Salute sono associazioni e organizzazioni non governative impegnate a far fronte ai cambiamenti climatici, promuovendo e proteggendo la Salute Pubblica.
  • HEAL, Environment & Health Alliance. L’Alleanza per l’Ambiente e la Salute è una organizzazione no-profit europea impegnata a sottolineare come un ambiente insalubre possa avere effetti negativi sulla salute.  
  • ISDE Italia, International Society of Doctors for the Environ­ment, sezione Italia. Medici per l’Ambiente è un’associazione nata per stimolare l’impegno dei medici per la salvaguardia dell’ambiente perché “Per garantire la salute di ciascuno, noi medici dobbiamo occuparci della salute dell’ambiente in cui viviamo”.
  • Istituto Superiore di Sanità

Documenti Ufficiali o Istituzionali