AGIRE PER IL CLIMA

NOTIZIE SUL CLIMA

19
Nov

COP27: SI PUNTA A 1,5°C, MA LINGUAGGIO DEBOLE SUL PHASE OUT PER LE FONTI FOSSILI

COP27 è ormai agli sgoccioli, ma la discussione sul testo finale che raccoglierà i risultati principali della Conferenza delle Parti è ancora aperta. In particolare, stando all’ultima bozza sul tema dell’energia l’ambizione rimane bassa. Sulla mitigazione viene riconosciuta l’importanza di limitare l’aumento delle temperature entro 1,5°C, ma si continua a parlare di phase down e non phase out, di riduzione e non di uscita dall’utilizzo del carbone. Per fortuna, almeno, si parla di transizione giusta.
18
Nov

COP27, IL NEGOZIATO SULL’ARTICOLO 6 SI CHIUDE CON ANCORA MOLTI PUNTI DA CHIARIRE

Il negoziato sull’Articolo 6 e i meccanismi flessibili è stato centrale durante le due settimane dei negoziati, contribuendo a ritardare la fine della COP27. Sono stati discussi e approvati alcuni passaggi tecnici per rendere operativi i crediti previsti dall’Articolo 6.4, che sostituirnno i crediti CDM (Clean Development Mechanism) del protocollo di Kyoto. Nell’Articolo 6 sono ancora molte le tematiche da definire e su cui le Parti devono accordarsi.
18
Nov

BIODIVERSITÀ, DA COP27 A COP15

Elizabeth Mrema, Segretaria Esecutiva della Convenzione ONU sulla Biodiversità, ha ribadito a COP27 che raggiungere un Accordo Globale ambizioso e trasformativo per la tutela della natura alla conferenza canadese sarà fondamentale, ma servono anche piani di implementazione chiari. Fondamentale anche migliorare i meccanismi di pianificazione (planning), rendicontazione (reporting) e revisione (reviews).
18
Nov

COP27: A CHE PUNTO SIAMO ARRIVATI? L’ANALISI INTEGRALE DELL’ULTIMA BOZZA DEL TESTO NEGOZIALE

Ancora niente nel testo su perdite e danni (anche se la proposta UE è game-changer: si va nella direzione della creazione del fondo come chiesto dai paesi in via di sviluppo). Rimane nel testo riferimento a 1,5°C e IPCC, come da input da G20 Bali. I Paesi ammettono che neanche quest’anno raggiungeranno i 100 miliardi di dollari all’anno in finanza per il clima. Indebolito rispetto alla bozza precedente impegno sull’aggiornamento degli NDC. Linguaggio molto, molto debole sull’uscita dal carbone (phase down e non phase out, come a Glasgow) e dai sussidi “inefficienti”. Si promuove l’inclusione giovanile nei processi decisionali ma non si cita l’iniziativa Youth4Climate.Cancellato il paragrafo sui diritti umani, sparita menzione al diritto a un ambiente salubre e pulito. Per portare a casa il fondo (facility) su perdite e danni si sta rinunciando a molto altro.

SEZIONI TEMATICHE

Iscriviti alla nostra newsletter

Non perdere i nostri aggiornamenti e resta informato.
Iscriviti

You are donating to : Italian Climate Network

How much would you like to donate?
€10 €20 €30
Would you like to make regular donations? I would like to make donation(s)
How many times would you like this to recur? (including this payment) *
Name *
Last Name *
Email *
Phone
Address
Additional Note
Loading...